Magnesio, il sale della vita

Magnesio, il sale della vita

Magnesio, il sale della vita

Siamo abituati ad associare l’uso regolare di sali minerali al caldo estivo e all’elevata sudorazione, ma di un sale minerale come il Magnesio abbiamo bisogno tutto l’anno. Scopriamo perché.

300 MOTIVI PER CUI È NECESSARIO
Il Magnesio è un sale minerale considerato fondamentale nell’economia del nostro organismo, basti pensare che regola oltre 300 reazioni biochimiche indispensabili per la vita cellulare, coinvolte in:

  • Produzione di energia
  • Sintesi di proteine e acidi nucleici (che vanno a comporre DNA e RNA)
  • Trasmissione degli impulsi nervosi
  • Rilassamento muscolare
  • Inoltre questo minerale è distribuito in maniera ubiquitaria in tutti i tessuti del corpo umano: • 50-60% nelle ossa; • 30-40% nei muscoli; • Circa 1% a livello intracellulare (soprattutto plasma e globuli rossi)

UNA MANCANZA CHE SI FA SENTIRE
Se con la dieta non riusciamo a soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero di Magnesio, rischiamo di andare incontro a stati carenziali, che possono provocare diversi fastidi:

  • Stanchezza
  • Irritabilità
  • Nervosismo
  • Tensione
  • Ansia
  • Insonnia o risvegli frequenti
  • Debolezza muscolare
  • Sindrome premestruale
  • Depressione
  • Crampi, in particolare negli sportivi, in gravidanza e negli anziani.
  • Sono sintomi sub-clinici tanto frequenti quanto estremamente aspecifici. Infatti molto spesso sono sotto- diagnosticati e, conseguentemente, sotto-trattati in ambito medico. Ma questo non significa che non influiscano sul nostro stato di benessere generale, anzi!

PERCHÉ INTEGRARE, ANCHE IN INVERNO
Numerosi studi scientifici hanno documentato come nella popolazione mondiale si stiano instaurando micro-carenze croniche di nutrienti che possono compromettere, col tempo, la funzionalità di organi e tessuti. Le cause di queste micro-carenze sono diverse:

  • Regime alimentare scorretto, dove un ridotto consumo di cibi di origine vegetale (come frutta e verdura) provoca un ridotto apporto di vitamine, minerali, acidi grassi e altri nutrienti.
  • Impoverimento dei terreni di coltura, causato da coltivazioni troppo intensive e dall’abuso di pesticidi.
  • Raffinazione dei cibi, che ha portato a un’ulteriore diminuzione del contenuto in sostanze attive nei cibi che consumiamo abitualmente.
  • Cottura dei cibi a temperature troppo elevate, che provoca l’alterazione del cibo con una possibile riduzione della biodisponibilità degli attivi biologici.
  • Stress, causa comune in tutte le problematiche: anche lo stile di vita troppo frenetico influisce sulla diminuzione della presenza di Sali nell’organismo. A questo si aggiunge il fatto che solamente il 30-40% del Magnesio contenuto nei cibi è effettivamente assorbito dal nostro corpo, perché la restante parte è facilmente escreta con il normale transito gastro-intestinale. Tutto questo rende facile capire l’importanza di una buona integrazione di Magnesio, ancora di più in inverno. Durante la stagione fredda, infatti, tendiamo a mangiare minori quantità di frutta e verdura, anche a causa della ridotta disponibilità, e a bere meno acqua minerale, rispetto all’estate.

I CIBI PIÙ RICCHI
Il nostro organismo ha bisogno di Magnesio, quindi, ma non è in grado di produrlo. Per questo è fondamentale introdurlo con la dieta. Il suo assorbimento avviene a livello intestinale, soprattutto nell’intestino tenue, ma la dose assimilata varia in base alla presenza del minerale nell’organismo: meno ne ha, più il nostro corpo ne assorbe. La fonte di Magnesio più abbondante è senza dubbio quella alimentare, in particolare:

  • Acqua minerale
  • Vegetali (spinaci in particolare)
  • Frutta secca (come noci e mandorle)
  • Semi
  • Cereali non raffinati
  • Legumi
  • Frutta (banane e fichi in primis)
  • Carne
  • Pesce

Related Posts

Asma
maggio 15, 2018

facebook googleplus twitter

How to Use Sliding Panel?

Go to Appearance → Widgets and publish some widget in Sliding panel widgets position.